Palermo

Palermo, la città principale della Sicilia, è una città con un passato millenario e travagliato. Qui si sono succedute civiltà e stratificazioni, dalla gloriosa civiltà arabo-normanna fino al regno borbonico. Nel corso della storia, Palermo, e la Sicilia tutta, ha sviluppato una straordinaria capacità di adattarsi all’amministrazione dei molti sovrani stranieri. Palermo è anche la città tormentata dalla mafia; i suoi massacri hanno caratterizzato il secondo Novecento italiano, e in particolare hanno influenzato l’immobilità sociale ed economica dell’intera regione.

La serie fotografica è un viaggio per le strade e le mura in decadenza della città, con in mente la celebre frase del film di Luchino Visconti, Il Gattopardo: “Se vogliamo che tutto rimanga com’è, tutto deve cambiare”. La frase emblematica cattura lo spirito del luogo, in cui il tempo è perennemente in ritardo. Il racconto fotografico cerca di rendere in immagini questo ritardo che si trova nella desolazione e nell’immobilità, e su ciò in cui incide principalmente: un cupo sottofondo dell’anima siciliana, il carattere complesso di chi conosce la bellezza e la malinconia con un sapore nostalgico.